Dipartimento di Scienze della Salute

Università Magna Graecia di Catanzaro

Claudia Pileggi

mostra

Card image cap

Curriculum

Nata a Catanzaro il 2 marzo 1973. 
Laurea in Medicina e Chirurgia il 25 Marzo 1999 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bologna con Lode; Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva il 30 Gennaio 2004 presso l’Università degli Studi “Magna Græcia” di Catanzaro con lode. Dal 10 dicembre 2008 al 2 aprile 2015 Ricercatore Universitario per il SSD MED/42 (Igiene generale e applicata) presso la Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi “Magna Græcia” di Catanzaro. Dal 3 aprile 2015 ad oggi Professore associato per il SSD MED/42 presso la medesima Università.
Dal 18 dicembre 2008 ad oggi Dirigente Medico dell'Unità Operativa di Igiene Ospedaliera dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria "Mater Domini" di Catanzaro. Dal 21 Maggio 2009 al 30 settembre 2010 Medico Competente della medesima Azienda Ospedaliera. Dal 3 dicembre 2009 ad oggi Medico Competente dell’Università degli Studi “Magna Græcia” di Catanzaro. Dal 23 novembre 2018 nominata componente del Consiglio d’Amministrazione del medesimo Ateneo fino alla conclusione del triennio 2017-2010.
Dall'A.A. 2013-2014 ad oggi Componente del Collegio dei Docenti per il Dottorato di Ricerca in "Scienze della Vita". 
L’attività scientifica è documentata da 76 pubblicazioni, 46 sono articoli in extenso, 45 dei quali pubblicati su riviste internazionali con peer-review e con Impact Factor e una su rivista nazionale recensita dall’ISI, una è un capitolo di una relazione sullo stato di salute di popolazione e 28 sono relazioni e comunicazioni orali a Congressi Nazionali e Internazionali.
L’attività didattica è svolta nei Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, in Farmacia, in Biotecnologie, in Corsi di Laurea triennali delle Professioni Sanitarie, in Corsi di Master, Dottorati e di Specializzazione. Dall'A.A. 2013-2014 ad oggi è Coordinatore del Corso di Laurea Triennale in Tecniche della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro presso la Scuola di Medicina e Chirurgia.

Attività didattica

  • Igiene (SSD MED/42) – Corso di Laurea Magistrale in Farmacia
  • Igiene e Generale e applicata (SSD MED/42) - C.I. di "Microbiologia e Igiene” - Corso di Laurea Triennale in "Biotecnologie" 
  • Igiene generale e applicata (SSD MED/42) - CI di “Prevenzione ambienti di lavoro” – Corso di Laurea Triennale in “Infermieristica”
  • Igiene e Medicina Preventiva (SSD MED/42) – Corso di Laurea Triennale in “Tecniche della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro”

Attività assistenziali

Dirigente Medico presso l’UOC di Igiene Ospedaliera, Direttore Prof.ssa Maria Pavia. L’attività assistenziale è svolta nell’ambito dell’Igiene, prevalentemente indirizzata all'Igiene Ospedaliera, all’Epidemiologia valutativa dell’attività ospedaliera ed alla valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori. In particolare, presso l’UOC vengono svolte le seguenti attività:
Sorveglianza del rischio infettivo nei degenti: 1) rilevazione dei fattori di rischio e delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria; 2) monitoraggio biologico del funzionamento delle apparecchiature di sterilizzazione; 3) controllo ispettivo, microbiologico e microclimatico delle aree critiche (Blocco Operatorio e Terapie Intensive); 4) controllo microclimatico dell’aria in Dialisi; 5) monitoraggio microbiologico e valutazione della qualità dell'aria in ambienti a contaminazione controllata; 6) controllo microbiologico dei disinfettanti in uso nelle degenze e nel Blocco Operatorio; 7) sorveglianza della circolazione di microrganismi antibiotico- resistenti.
Epidemiologia valutativa dell’attività ospedaliera: 1) appropriatezza dei ricoveri e delle giornate di degenza in regime ordinario; 2) appropriatezza dei ricoveri e delle giornate di degenza in regime di ricovero diurno.
Valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori: 1) individuazione delle sorgenti di rischio presenti nel ciclo lavorativo; 2) individuazione e stima dei fattori di rischio legati all'attività lavorativa; 3) definizione di programmi integrati di interventi protezionistici; 4) controllo del livello dei gas anestetici nel Blocco Operatorio.

Pubblicazioni
Autori Titolo Rivista Anno Volume Pagine
Capitolo/Libro Titolo Autori Anno