Dipartimento di Scienze della Salute

Università Magna Graecia di Catanzaro

Maria Pavia

mostra

Card image cap

Curriculum

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Napoli Federico II. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva presso la stessa Università. Nell'Università "Magna Græcia" di Catanzaro (UMG) è stata dal 1991 al 2001 Ricercatore Universitario di Igiene e dal 2001 al 2005 Professore Associato. Dal 1° novembre 2005 è Professore Ordinario di Igiene.
Ha trascorso due anni presso la School of Public Health della Harvard University di Boston (MA, USA), presso il Department of Health Policy and Management ed il Department of Epidemiology. Ha conseguito, presso la stessa università, il Diploma di Master of Public Health. L'attività didattica è stata svolta nei CdL in Medicina e Chirurgia, Farmacia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, Scienze Motorie, Biotecnologie e delle Professioni Sanitarie, in Scuole di Specializzazione, Corsi di Perfezionamento e in Master di I e II Livello. Nell’UMG è stata Coordinatore dei CdL in Tecnico della Prevenzione nei Luoghi di Vita e di Lavoro e in Scienze Infermieristiche, del CdLM delle Professioni Sanitarie della Prevenzione, Direttore Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, Direttore  Master I e II livello in Management Sanitario. E’ stata Componente del Collegio Docenti della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica e Componente del Consiglio di Amministrazione dell’UMG. E’ Responsabile dell’UOC di Igiene Ospedaliera - Azienda Ospedaliera- Universitaria “Mater Domini”. E’ Componente del Collegio del Dottorato in Scienze della Vita e del Senato Accademico dell’UMG. E' Direttore del Dipartimento di Scienze della Salute dell’UMG. L’attività scientifica, documentata da numerose pubblicazioni su riviste internazionali, è stata orientata, prevalentemente, all’Epidemiologia e prevenzione delle patologie trasmissibili e non trasmissibili, all’Epidemiologia valutativa dei servizi sanitari, all’Igiene dell’ambiente fisico e sociale, all’Odontoiatria preventiva e di comunità.

Attività didattica

  • Igiene generale e applicata - Modulo statistica (SSD MED/42) - CI Fisica Informatica e Statistica  - CdL Medicina e Chirurgia
  • Igiene generale e applicata (SSD MED/42) - CI Metodologia Clinica - CdL Medicina e Chirurgia
  • Igiene generale e applicata (SSD MED/42) - CI Igiene Medicina Legale e Management Sanitario - CdL Medicina e Chirurgia
  • Igiene generale e applicata - Modulo statistica (SSD MED/42) - CI Fisica Informatica e Statistica  - CdL Odontoiatria e Protesi Dentaria (mutua da Medicina)
  • Igiene generale e applicata (SSD MED/42) - CI Odontoiatria Preventiva - CdL Odontoiatria e Protesi Dentaria 
  • Igiene generale e applicata (SSD MED/42) - CI Scienze dell’Alimentazione - CdL Tecniche della Prevenzione
  • Igiene generale e applicata (SSD MED/42) - CI Igiene e Statistica dello Sport - CdL Scienze Motorie e Sportive

Attività assistenziali

Responsabile dell’UOC di Igiene Ospedaliera. L’attività assistenziale è svolta nell’ambito dell’Igiene, prevalentemente indirizzata all'Igiene Ospedaliera, all’Epidemiologia valutativa dell’attività ospedaliera ed alla valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori. In particolare, presso l’UOC vengono svolte le seguenti attività:
Sorveglianza del rischio infettivo nei degenti: 1) rilevazione dei fattori di rischio e delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria; 2) monitoraggio biologico del funzionamento delle apparecchiature di sterilizzazione; 3) controllo ispettivo, microbiologico e microclimatico delle aree critiche (Blocco Operatorio e Terapie Intensive); 4) controllo microclimatico dell’aria in Dialisi; 5) monitoraggio microbiologico e valutazione della qualità dell'aria in ambienti a contaminazione controllata; 6) controllo microbiologico dei disinfettanti in uso nelle degenze e nel Blocco Operatorio; 7) sorveglianza della circolazione di microrganismi antibiotico- resistenti.
Epidemiologia valutativa dell’attività ospedaliera: 1) appropriatezza dei ricoveri e delle giornate di degenza in regime ordinario; 2) appropriatezza dei ricoveri e delle giornate di degenza in regime di ricovero diurno.
Valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori: 1) individuazione delle sorgenti di rischio presenti nel ciclo lavorativo; 2) individuazione e stima dei fattori di rischio legati all'attività lavorativa; 3) definizione di programmi integrati di interventi protezionistici; 4) controllo del livello dei gas anestetici nel Blocco Operatorio.

Pubblicazioni
Autori Titolo Rivista Anno Volume Pagine
Capitolo/Libro Titolo Autori Anno